Chat with us, powered by LiveChat

Come gestire al meglio la presenza del proprio locale su Google Maps

Essere presenti su Google Maps per locali e bar è fondamentale.

Il servizio mappe di big G non viene solo utilizzato per cercare indicazioni stradali, ma anche per la ricerca di informazioni relative ai luoghi nelle vicinanze. Ecco perché può diventare un valido alleato nella tua strategia di digital marketing, soprattutto se hai un’attività commerciale medio-piccola che lavora per lo più a livello locale… Come un bar, un locale o un ristorante, appunto!

Lo sapevi che, ogni giorno, circa 1 miliardo di utenti cerca indirizzi ed indicazioni su Google Maps? E che il 97% dei consumatori, quindi la quasi totalità, ricerca online informazioni relative ad attività commerciali?

Sulla base di questi dati statistici, risultato di diverse ricerche a livello globale, è emerso che per un’azienda, a maggior ragione per un locale, è diventato necessario più che mai curare la propria presenza su Google Maps. Di seguito qualche suggerimento utile per cominciare.

Google Maps per locali: perché è importante

Google Maps è un servizio di web mapping sviluppato da big G, per l’appunto. Attraverso questo servizio, qualsiasi utente può ottenere indicazioni stradali, immagini satellitari, viste panoramiche, condizioni del traffico in tempo reale e una pianificazione del percorso. Un servizio che sicuramente semplifica la vita, soprattutto a coloro che passano molto tempo in auto o viaggiano spesso.

Ma hai mai provato a cercare “Google Maps” sul motore di ricerca? Se non lo hai mai fatto, ecco cosa esce:

google maps meta description

Trova aziende locali è la prima parte contenuta all’interno della meta-description. Maps è quindi un ottimo alleato per le imprese che operano sul territorio: può aiutare gli utenti a localizzare il tuo locale, quindi portarti nuovi clienti.

Questo risultato di geolocalizzazione si può ottenere anche con la ricerca di Google. Ad esempio, se un utente cerca caffetteria a Milano, Google gli restituirà come risultati quelli a lui più prossimi. Le prime tre schede Google My Business visualizzate sono quelle che hanno una più alta probabilità di essere cliccate e vengono mostrate in base alla vicinanza ed altre informazioni rilevanti.

Ora, immagina che lo stesso utente stia cercando una caffetteria e si trovi a poche centinaia di metri dalla tua senza saperlo, andrà da un’altra parte, giusto? Ecco, se non sei presente su Google My Business e Google Maps rischi di perdere ogni giorno decine e decine di potenziali clienti. Per questo è importante esserci e curare la propria presenza.

Google My Business: quello che ti serve per ampliare la tua presenza sul web

My Business è la funzionalità gratuita messa a disposizione da Google per aiutare le piccole imprese a connettersi con i propri potenziali utenti. Un luogo virtuale in cui potrai creare la tua scheda contenente tutte le informazioni rilevanti che potrebbero servire ai tuoi clienti per trovarti e contattarti.

Il primo passo per arrivare su Google Maps è quello di iscriverti a My Business: tutto ciò di cui hai bisogno è un account Gmail e un indirizzo postale fisico. Di seguito qualche tips per avere successo:

  • seleziona la corretta categoria commerciale di appartenenza;
  • fornisci indirizzo e numero di telefono corretti;
  • aggiungi foto pertinenti alla tua attività;
  • scegli le giuste parole chiave per la tua descrizione.

Una volta fatto tutto questo, non dovrai far altro che aspettare il codice di convalida che ti arriverà via posta. Tempo pochi giorni e la tua scheda Google My Business sarà attiva.

Ora procediamo con la gestione di Google Maps per il tuo locale: ecco i sei punti chiave da tenere sempre a mente

Ora che hai compreso l’importanza di Google Maps e Google My Business, ecco sei fattori da tenere sempre a mente per iniziare la tua strategia:

  1. aiuta Google a comprendere le tue attività, attraverso foto appropriate di prodotti e servizi;
  2. aggiorna le tue foto, l’immagine di copertina ed il tuo logo per ottimizzare le tue Google ADS (inserzioni);
  3. cura i link che rimandano al tuo sito web, fattore di ranking molto importante per Google;
  4. incentiva le recensioni da parte dei tuoi clienti;
  5. assicurati che nome dell’attività, indirizzo, numero di telefono, e-mail ed orari di apertura siano sempre corretti;
  6. nel caso in cui gestissi inserzioni PPC tramite Google ADS, sappi che puoi promuovere la tua attività anche su Google Maps.

Queste sono solo alcune informazioni necessarie per trovare la tua strategia su Google ed incrementare le tue vendite locali.

Vuoi saperne di più?

Se desideri saperne di più su come migliorare la tua presenza sul web, non perderti il nostro corso dedicato a Il Bar su Google. Imparerai a curare la tua presenza online, con un’altissima probabilità di incrementare il numero dei tuoi clienti. Guarda subito il programma completo del corso!

Chi è l’autore dell’articolo

Curiosa e con la voglia di stare sempre sul pezzo. Mi occupo di SEO copywriting, Content e Social media management e formazione dedicata alla comunicazione digitale, sia per PMI che per enti non-profit. Citando una tra le mie canzoni preferite, vivo di sogni e di idee.

Informazioni sui corsi?